la calotta interna di un casco moto
Come è fatto un casco da moto? La calotta interna (parte 2)
31/10/2017

Come è fatto un casco da moto? I componenti (parte 3)

i componenti di un casco moto

Oggi dedichiamo il nostro tempo alla scoperta dei componenti del casco: visiera, cinturino, imbottitura e sistema di aerazione.

La visiera

La visiera di un casco moto può essere prodotta in stampo, iniettando il policarbonato trasparente all'interno di uno stampo di acciaio, oppure in termoformatura, tranciando una lastra (sempre in policarbonato trasparente) secondo la forma che si vuole dare alla visiera e poi termoformandola successivamente per ottenere la giusta curvatura.

Lo spessore di una visiera comunemente usata varia dai 2 ai 3 millimetri, non devono creare giochi di colore con i cartelli stradali, devono essere resistenti all'abrasione e agli urti.

Molte vengono prodotte antiappannamento, utile soprattutto per condizioni climatiche come freddo e pioggia, ma al momento non è obbligatoria, a differenza della visiera antigraffio.

Quest'ultima viene richiesta dall'omologazione Europea 22-05, ed è sinonimo di sicurezza a livello di visibilità: una visiera antigraffio si danneggerà meno facilmente evitando che si possa incorrere in situazioni spiacevoli.

Sono preferibili all'omologazione le visiere trasparenti già in dotazione su ogni casco, ma anche quelle che garantiscono la trasmittanza della luce non inferiore del 75%.

Una visiera omologata deve presentare un adesivo con la lettera E seguita da un numero: ad esempio E3 significa che è idonea in Italia.

Se scura o fumé, deve presentare un adesivo con su scritto “daytime use only” che ovviamente significa che va usata solo ed esclusivamente durante il giorno.
Nelle ore serali e durante la notte, vista la scarsa visibilità, dovrete usare quella trasparente.

Il cinturino

Quanti di voi avranno visto passare persone col casco slacciato o con il cinturino allacciato estremamente largo che arrivava quasi a metà collo?

Ecco: è una cosa sbagliatissima e molto pericolosa!

Il cinturino nasce per ancorare il casco alla testa del conducente, non solo durante la guida ma soprattutto durante una caduta.
Se il cinturino è ben saldo sotto al mento, il casco non potrà togliersi durante un impatto, evitando così che il conducente rimanga senza protezione alcuna.

Misura in genere 2,5 cm di larghezza, è costituito da due nastri che possono essere piatti o tubolari appiattiti ed esisistono varie chiusure: a doppio anello (usata maggiormente dai professionisti), a scatto o micrometrica.

Ovviamente anche il cinturino deve essere omologato, per garantire la massima sicurezza.

L'imbottitura

L'interno del nostro casco è costituito da tessuti e spugne che vengono assemblate e poi cucite insieme.

Ogni giorno sulla pelle del viso si accumulano batteri, sporco, sudore, unto e polvere.
Accertiamoci quindi che gli interni siano estraibili e lavabili, oltre che traspiranti, antibatterici ed anallergici

E' importante mantenere i tessuti puliti per igiene sia personale che del casco stesso ed anche per evitare sgradevoli odori.

Attenzione anche alla taglia.

Il casco deve fasciare la nostra testa senza comprimerla: non deve stare troppo largo e nemmeno troppo stretto.

Una volta indossato muovete velocemente la testa da destra a sinistra (come se steste dicendo “no”), oppure dall'alto verso il basso (come se steste annuendo) assicurandovi che il casco non si muova quasi per niente.

Un casco largo è pericoloso in caso di incidente, e fastidioso durante un viaggio a causa delle rumorosità che si possono creare.

Ovviamente, come ogni componente, anche gli interni sono soggetti ad usura: negli anni le spugne potranno un po' appiattirsi ed il tessuto rovinarsi.
A tal punto è bene sostituirli (se estraibili) o mandare il casco dal produttore per farlo “rimettere a nuovo”.

Il sistema di aerazione

Da non sottovalutare, ha l'importante funzione di estrarre aria calda dall'interno del casco per far sì che ne entri di nuova e fresca.

Esistono varie tipologie di prese d'aria o estrattori, ma è fondamentale che si noti una certa differenza quando le apriamo o chiudiamo!

Può sembrare scontato, ma in realtà non lo è affatto, quindi assicuratevi che tutto funzioni a dovere, soprattutto se il casco che state per acquistare, è un integrale.

Prediligete prese d'aria poco grosse e sporgenti, anche loro possono essere causa di rumorosità!

I componenti di cui abbiamo parlato oggi, sono parti del casco molto importanti a cui dovete fare particolare attenzione al momento dell'acquisto.
Essere informati e seguire dei semplici consigli può portarvi a comprare un casco veramente comodo, valido e sicuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *