la calotta esterna di un casco moto
Come è fatto un casco da moto? La calotta esterna (parte 1)
31/10/2017

Come scegliere il casco da moto perfetto per le tue esigenze

guida alla scelta del casco moto

Il casco è l'accessorio immancabile e fondamentale per il motociclista, poiché andrà a proteggere una delle parti più importanti e delicate del nostro corpo: la testa. Non è perciò assolutamente da sottovalutare.

La scelta del casco giusto può dipendere da tanti fattori, primo fra tutti sarà sicuramente l'uso che se ne vuole fare, importante per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze. Dopo si passerà al budget disponibile, ed infine alla taglia.

Ma prima facciamo una panoramica generale sul casco.

Esistono tre categorie principali:

  • integrale;
  • modulare;
  • jet

Partiamo dal primo.

Il casco integrale

E' il più diffuso fra i motociclisti, considerato il più sicuro poiché avvolge e protegge completamente la nostra testa ed il nostro viso.

Assorbe meglio l'impatto con l'aria rendendo anche migliore l'insonorizzazione nell'uso dell'interfono.

Unica pecca: d'estate non è proprio “fresco”.

Il casco modulare

E' la via di mezzo fra un integrale ed un jet.

Sicuro quanto un "full face", con questo si viaggia con la mentoniera anteriore chiusa in autostrada, a velocità elevate oppure quando fa freddo.

Si apre o, addirittura, si toglie la parte anteriore quando si va piano, ci si ferma per chiedere informazioni, scattare foto o fare due chiacchiere con gli amici di viaggio quando siamo fermi.

E' perfetto infatti per gli appassionati di mototurismo.

Il casco Jet

E' il modello meno adatto ai viaggi ed alle corse in moto, essendo il nostro viso più scoperto e quindi più a rischio.

E' più soggetto ad eventi climatici come pioggia, freddo... e, ahimè, anche ai moscerini; infatti viene usato principalmente su scooter.

Ideale per le città specialmente durante i caldi estivi grazie all'aria che, passando da più parti, permette di respirare più liberamente.

Ora che vi ho illustrato i tipi principali, penso che vi siate fatti un'idea un po' più chiara del tipo di casco di cui avete bisogno.

Perché non parlare un po' di...

Prezzi

Il costo di un casco può variare molto a seconda di marca e modello, ma soprattutto del materiale con cui è stata costruita la calotta.

E... più il casco è leggero, più si alzerà di prezzo!

I materiali che si possono usare sono principalmente la fibra di carbonio e la termoplastica.

Se avete un discreto budget è sicuramente consigliabile prendere un casco in fibra di carbonio.
Sono molto leggeri e molto resistenti agli urti e renderanno sicuramente il vostro viaggio più piacevole rispetto ad altri.

Parlando invece della termoplastica, possiamo dire che è più accessibile alle tasche di tutti.

E' ugualmente leggera, ma un pochino meno resistente, nonostante faccia discretamente il suo “lavoro”.

Siamo giunti infine ad un argomento molto importante riguardante la scelta del casco:

La taglia

Saper scegliere la taglia giusta non è facile.

Molti di voi magari non sanno neanche quanto misura la loro testa?
Bene, non resta altro che illustrarvi come fare!

Innanzitutto munitevi di una metro da sarta, quelli gialli e morbidi, per intendersi!
Può essere anche di carta stile Ikea, non preoccupatevi!

Ora che abbiamo l'occorrente, dobbiamo solo misurare la circonferenza della nostra testa posizionando il metro più o meno 1-2 cm al di sopra delle sopracciglia!

Una volta che avete scoperto quanti centimetri misura, non resta altro che confrontarli con le misure delle ditte.

Ogni ditta ha una tabella misure diversa, ma in linea generale corrispondono a questa:

A questo punto non vi resta altro che provare il casco!

Non è detto che ve lo sentiate bene anche se la taglia è giusta, ogni persona ha la forma della testa diversa dalle altre, quindi ci saranno caschi più comodi secondo i vostri gusti, di altri.

Non vi accontentate del primo che trovate: il casco deve essere quello giusto per permettervi di fare lunghi viaggi senza accusare dolori alla cervicale, vibrazioni, ed altri inconvenienti.

Una volta messo in testa, dovete sentire che vi avvolge senza stringere eccessivamente sulle guance.

Provate a scuotere la testa: il casco vi deve “seguire” fedelmente senza avere un distacco.
Deve calzare perfettamente, non deve premere troppo sulle tempie e vi deve offrire una visuale ottima.

Ricordatevi di agganciare sempre il cinturino durante la prova, quest'ultimo deve trattenere il casco fermo in caso di impatto, senza farlo saltare via.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *